La scuola di diritto civile

La Scuola di specializzazione in diritto civile dell’Università degli studi di Camerino costituisce un esempio unico nel panorama nazionale di formazione altamente professionale nel diritto civile.
Le origini della Scuola sono alquanto risalenti.
Con D.P.R. 31 ottobre 1969, n. 245, previo parere favorevole del Consiglio superiore della Pubblica Istruzione, viene istituita la Scuola di Perfezionamento in Diritto civile presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università camerte.
La Scuola è ben presto diventata centro di eccellenza per l’alta qualità delle ricerche e degli studi in essa effettuati e per il prestigioso corpo docente in essa operante. Basti pensare che nel primo Anno Accademico insegnarono nella Scuola, fra gli altri, oltre al Prof. Pietro Perlingieri, attuale Presidente del Comitato Scientifico, Francesco Donato Busnelli, Luigi La Bruna - poi divenuto Presidente del C.N.R. e del C.U.N. -,nonché Berardino Libonati, illustre studioso del Diritto commerciale.
Alla Scuola si formarono insigni accademici, valenti giudici, notai e avvocati.
Nell’Anno Accademico 1985/86 la Scuola di Perfezionamento viene trasformata, con provvedimento ministeriale, in Scuola di Specializzazione in Diritto civile specificamente preposta alla formazione di specialisti in diritto civile, con particolare riguardo alle professioni forensi e notarili nonché alle funzioni giudiziali.
La Scuola intesse relazioni con prestigiose Università di tutto il mondo, accreditandosi nella comunità scientifica internazionale quale centro di ricerche e di formazione in grado di attrarre giovani studiosi provenienti da svariati Paesi latino-americani ed europei.
La Scuola promuove la produzione scientifica anche con quattro collane, alle quali hanno collaborato i principali civilisti italiani e stranieri, nonché attraverso il patrocinio di riviste quali la Rassegna di diritto civile e Le Corti Marchigiane.
Attualmente oltre cento loaureati in Giurisprudenza, Economia e Scienze Politiche frequentano i Corsi, che utilizzano tecniche di ricerca all’avanguardia quali banche dati on-line e off-line
consultabili nell’Aula Informatica della Scuola che, tra l’altro, per prima in Italia attivò l’insegnamento di Informatica giuridica.

Gli iscritti alla Scuola possono fruire anche di una Biblioteca specializzata nel diritto civile tra lepiù ricche di Italia, che ospita
90.851 volumi e ove sono consultabili ben 884 periodici italiani e stranieri.
Si segnale che il Diploma di Specializzazione della Scuola in Diritto Civile è titolo che consente l’esonero dalla prova preliminare per l’accesso al concorso di uditore giudiziario.